29 Gennaio

Caratterizzazione e classificazione dei rifiuti non sono due sinonimi come spesso erroneamente si crede ma sono due attività necessarie per definire in maniera certa un rifiuto.

Per caratterizzazione si intende l’insieme di processi di indagine finalizzati a comprendere quali sono le materie prime ed i processi coinvolti nella generazione del rifiuto, quali possono essere le sostanze e le relative concentrazioni che possono rendere il rifiuto pericoloso, quali sono i documenti e le informazioni disponibili ed utili per conoscere nel dettaglio il rifiuto prodotto. Solo a seguito di tali attività è possibile redigere la scheda di caratterizzazione, ossia una sorta di carta di identità del rifiuto. Tale scheda non deve però essere intesa come un documento statico ma dinamico, il quale si aggiorna man mano che si mutano i processi produttivi ed ogni qualvolta cambiano le materie prime coinvolte nei processi.

Per classificazione invece si intendono le attività poste a valle della caratterizzazione e tese ad individuare il corretto codice CER del rifiuto.

La caratterizzazione e la classificazione devono essere quindi intesi come due processi indispensabili e preliminari alla gestione dei rifiuti. Il Produttore non può infatti trasferire la responsabilità della classificazione del rifiuto ad un altro soggetto.

Ancor prima di preoccuparsi di organizzare un deposito temporaneo, impostare i registri di carico e scarico, stipulare contratti per l’avvio a recupero/smaltimento degli stessi rifiuti, è quindi obbligatorio procedere con le attività sopradescritte.

Inoltre non risulta essere solo una questione di responsabilità del Produttore ma la questione contempla anche dei risvolti importanti dal punto di vista economico (per esempio, può portare ad escludere la necessità di effettuare le costose analisi chimiche sui rifiuti, che solo a volte sono indispensabili). Inoltre, solo grazie alla corretta caratterizzazione e classificazione del rifiuto è possibile ricevere un preventivo dettagliato dal fornitore dei servizi ambientali (intermediario, trasportatore, gestore) per il suo corretto trasporto e recupero o smaltimento.

 

Il contenuto della presente avendo esclusivamente carattere informativo non può essere considerato esaustivo, pertanto Alfasic S.r.l. rimane a disposizione per approfondire l’argomento con le aziende interessate.