28 Aprile

Attuazione del Piano Regionale Amianto per quanto riguarda i programmi formativi e le modalità di svolgimento dei corsi degli operatori che effettuano attività di bonifica, smaltimento dell’amianto, controllo e manutenzione.

Il testo Piano Regionale Amianto per gli anni 2016-2020, approvato con D.C.R. 1 marzo 2016, ha tra i suoi obiettivi quello di individuare gli strumenti per la formazione e l’aggiornamento degli operatori delle imprese che effettuano attività di bonifica e di smaltimento dell’amianto.

Con D.G.R. 13-4341 del 12 dicembre 2016, sono stati approvati durata e contenuti della formazione, modalità di erogazione della stessa e dell’aggiornamento, requisiti dei soggetti formatori e dei docenti dei seguenti profili professionali:

  • Responsabili con compiti di controllo e coordinamento di tutte le attività manutentive che possono interessare i materiali di amianto e redattori dei piani di manutenzione e controllo;
  • Responsabili tecnici di gestione rimozione bonifica e smaltimento materiali contenenti amianto;
  • Addetti alle attività di rimozione e di smaltimento amianto.

 

L’obbligo formativo risulta quindi esteso, rispetto al passato, ad altre due figure professionali: il redattore del piano di manutenzione e controllo e il responsabile con compiti di controllo e coordinamento di tutte le attività manutentive che possono interessare i materiali di amianto.

I due profili sono sovrapponibili e, pertanto, un unico percorso formativo sarà valido per entrambe le abilitazioni.

Altra novità introdotta è la revisione, comprensiva di modalità di aggiornamento, dei percorsi formativi dei responsabili tecnici di gestione, rimozione, bonifica e smaltimento materiali contenenti amianto e degli addetti alle attività di rimozione e smaltimento dell’amianto.

Il summenzionato percorso di aggiornamento non è soggetto a riconoscimento da parte della Regione Piemonte.

La deliberazione prevede inoltre un periodo transitorio di 12 mesi dalla sua entrata in vigore per consentire a coloro che già svolgono il ruolo di Responsabili con compiti di controllo e coordinamento delle attività manutentive dei materiali contenenti amianto di frequentare gli specifici percorsi formativi obbligatori e conseguire il nuovo titolo abilitativo.

Si esortano dunque tutte le Aziende le quali avessero necessità di usufruire di servizi di bonifica, smaltimento, controllo e manutenzione dell’amianto, di richiedere prima dell’inizio delle attività di appalto, tutte le evidenze formative, al fine di prevenire il rischio di affidare i lavori ad appaltatori che non abbiano assolto agli obblighi formativi di seguito elencati.

Si ricorda inoltre  che l’affidamento delle suddette lavorazioni in appalto prevede la valutazione dell’idoneità tecnico professionale dell’appaltatore, obbligo che ricade in capo al committente, come anche la stesura del D.U.V.R.I (Art. 26 D.lgs. 81/08).

 

La strutturazione dei percorsi formativi relativi ai tre sopraindicati profili, può essere consultata tramite il file allegato alla presente.

Alfasic S.r.l. è a disposizione di coloro che fossero interessati ad approfondire i sopraindicati punti.

Il contenuto della presente, avendo esclusivamente carattere informativo, non può essere considerato esaustivo, pertanto Alfasic s.r.l. rimane a disposizione per fornire indicazioni specifiche e calzanti alle aziende ed ai lavoratori tutti.