La normativa che tutela la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro stabilisce le regole che riguardano l’uso delle attrezzature con videoterminali (VDT) sui luoghi di lavoro.

Per videoterminale si intende, secondo quanto previsto dall’art. 173 del D.lgs.81/08, uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato.

 

Il 4 maggio 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il NUOVO Regolamento sulla protezione dei dati personali e la libera circolazione dei dati personali, che si applicherà a decorrere dal 25 maggio 2018: le imprese e le pubbliche amministrazioni hanno pertanto due anni (un periodo di tempo congruo ma non troppo ampio) per organizzarsi e adeguarsi alle nuove regole.

 

L’infortunio in itinere

L’Inail tutela i lavoratori nel caso di infortuni avvenuti durante il normale tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il luogo di lavoro.

 

Contributi in conto capitale CCIAA Cuneo per l’adeguamento alla normativa sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro, le certificazioni di prodotto e di processo, l’ambiente e le certificazioni SOA.

Bando anno 2016

Informiamo le aziende che la Camera di Commercio di Cuneo, in collaborazione con le associazioni di categoria provinciali, ha previsto per il 2016 dei contributi a fondo perduto per le aziende, relativamente alle spese sostenute nei seguenti settori:

 

Il 15 settembre 2015 è stata pubblicata la nuova edizione della norma ISO 9001; vediamo di seguito le principali novità e i cambiamenti della nuova edizione.

COSA CAMBIA PER LE AZIENDE?

 

Molti Datori di Lavoro si pongono la seguente domanda: “Se un’azienda o un lavoratore autonomo vengono nella mia azienda ad effettuare delle lavorazioni, cosa devo fare?

É una semplice domanda alla quale a volte diventa difficile fornire una risposta corretta.

Il legislatore a tal proposito ha definito in maniera chiara ed inequivocabile cosa occorre fare nell’ottica della sicurezza per tutti i soggetti coinvolti.

 

Si avvicina il termine ultimo per il versamento del contributo d’iscrizione 2016 al Sistri. Governo in ritardo sull’annunciato decreto per la riduzione degli oneri. Per le imprese si prospetta l’ennesimo salasso, a fronte di un sistema mai entrato in funzione ed ormai archiviato.

Il Consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2015 ha approvato il cd "decreto milleproroghe" all'interno del quale è stata prevista la proroga di un ulteriore anno dei termini per l'adeguamento al SISTRI (sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti). 

 

Il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151, oltre a introdurre importanti innovazioni in materia di costituzione e di gestione del rapporto di lavoro è intervenuto anche sul “Testo unico” della sicurezza sul lavoro n. 81/2008, apportando diverse modifiche di cui alcune particolarmente significative; il legislatore, infatti, pur senza intervenire sul vigente quadro normativo con semplificazioni sostanziali in ordine agli adempimenti gestionali, da un lato ha rivisto il meccanismo sanzionatorio e dall’altro ha cercato di “limare” il D.Lgs. n.81/2008 su alcuni punti.

 

Sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2015 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2015 “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2016” che conferma la validità del modello di dichiarazione, previsto dal D.P.C.M 17 dicembre 2014, ed in vigore nel 2015.

 

Trattori agricoli o forestali

Formazione e addestramento ai sensi dell’art. 73 comma 5 del D.Lgs. 81/08