Attuazione del Piano Regionale Amianto per quanto riguarda i programmi formativi e le modalità di svolgimento dei corsi degli operatori che effettuano attività di bonifica, smaltimento dell’amianto, controllo e manutenzione.

Il testo Piano Regionale Amianto per gli anni 2016-2020, approvato con D.C.R. 1 marzo 2016, ha tra i suoi obiettivi quello di individuare gli strumenti per la formazione e l’aggiornamento degli operatori delle imprese che effettuano attività di bonifica e di smaltimento dell’amianto.

 

In assenza di modifiche di legge, il MUD da presentare entro il 30 aprile 2017 sarà quello previsto dal D.P.C.M. 17 dicembre 2014, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 97 alla Gazzetta ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014, e successivamente confermato dal D.P.C.M. 21 dicembre 2015.
La presentazione del MUD avverrà quindi con modulistica ed istruzioni già utilizzate per le dichiarazioni presentate nel 2016. La scadenza è il 30 aprile: essendo un giorno festivo, la scadenza è prorogata al primo giorno seguente non festivo, ovvero al 2 maggio.

 

Anche per l’anno 2017, l’Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande, sino ad esaurimento.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:

 

1. Progetti di investimento;

 

OT24: la compilazione del nuovo modello 2017, consente di usufruire della riduzione del premio Inail alle aziende che nel 2016 hanno eseguito interventi migliorativi

L'Inail premia con uno "sconto" denominato "oscillazione per prevenzione" (OT24), le aziende, operative da almeno un biennio, che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (decreto legislativo 81/2008 e successive modifiche e integrazioni).

 

Tra le misure inserite nel “Decreto Milleproroghe” giunto sul tavolo del settimo consiglio dei ministri del 29/12/2016, c’era anche l’annosa vicenda del SISTRI.

Il testo del D.L. quasi sicuramente sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale tra i giorni 30 e 31 dicembre, estendendo la moratoria sulle sanzioni operative da una parte e prolungando il vigore della gestione cartacea dall’altra, fino alla fine del prossimo anno (dicembre 2017).

 

Vi proponiamo oggi la prima delle newsletter attraverso le quali ci proponiamo di approfondire le principali figure della sicurezza, secondo il D.Lgs. 81/08 e s.m.i., recanti le attività, i compiti, gli obblighi formativi di tali figure, specificando inoltre il quadro delle relazioni tra queste figure e le altre che partecipano alla sicurezza.

Queste newsletter hanno lo scopo di fornire un semplice e valido promemoria che comprenda le nozioni fondamentali, utili a tutte le aziende

 

La normativa che tutela la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro stabilisce le regole che riguardano l’uso delle attrezzature con videoterminali (VDT) sui luoghi di lavoro.

Per videoterminale si intende, secondo quanto previsto dall’art. 173 del D.lgs.81/08, uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato.

 

Il 4 maggio 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il NUOVO Regolamento sulla protezione dei dati personali e la libera circolazione dei dati personali, che si applicherà a decorrere dal 25 maggio 2018: le imprese e le pubbliche amministrazioni hanno pertanto due anni (un periodo di tempo congruo ma non troppo ampio) per organizzarsi e adeguarsi alle nuove regole.

 

L’infortunio in itinere

L’Inail tutela i lavoratori nel caso di infortuni avvenuti durante il normale tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il luogo di lavoro.

 

Contributi in conto capitale CCIAA Cuneo per l’adeguamento alla normativa sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro, le certificazioni di prodotto e di processo, l’ambiente e le certificazioni SOA.

Bando anno 2016

Informiamo le aziende che la Camera di Commercio di Cuneo, in collaborazione con le associazioni di categoria provinciali, ha previsto per il 2016 dei contributi a fondo perduto per le aziende, relativamente alle spese sostenute nei seguenti settori: