Il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151, oltre a introdurre importanti innovazioni in materia di costituzione e di gestione del rapporto di lavoro è intervenuto anche sul “Testo unico” della sicurezza sul lavoro n. 81/2008, apportando diverse modifiche di cui alcune particolarmente significative; il legislatore, infatti, pur senza intervenire sul vigente quadro normativo con semplificazioni sostanziali in ordine agli adempimenti gestionali, da un lato ha rivisto il meccanismo sanzionatorio e dall’altro ha cercato di “limare” il D.Lgs. n.81/2008 su alcuni punti.

 

Sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2015 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2015 “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2016” che conferma la validità del modello di dichiarazione, previsto dal D.P.C.M 17 dicembre 2014, ed in vigore nel 2015.

 

Trattori agricoli o forestali

Formazione e addestramento ai sensi dell’art. 73 comma 5 del D.Lgs. 81/08

 

L’articolo 18, comma 1 lettera u) del D.Lgs n. 81/2008, Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro, prevede che il Datore di lavoro deve "nell'ambito dello svolgimento di attività in regime di appalto e di subappalto, munire i lavoratori di apposita tessera di riconoscimento, corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l'indicazione del Datore di lavoro".

 

Gentili Clienti,

la presente a comunicare che i nostri uffici resteranno chiusi per ferie dal 10 al 21 agosto compresi.

In caso di urgenza rimangono attivi i numeri di telefonia mobile già in vostro possesso.

 

Cogliamo l’occasione per augurarvi buone vacanze!

Cordiali saluti

 

Il 2 giugno 2015 è scaduto il termine per mettersi in regola con le prescrizioni del Garante in materia di cookie (Provvedimento dell’8 maggio 2014: “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”); come spesso accade, nonostante l’anno di tempo per adeguarsi, l’allarmismo è scattato solo all’approssimarsi del 2 giugno 2015, data entro la quale era necessario avere tutto in regola per non incorrere in sanzioni.

 

Lo sapevi che dal 1 giugno 2015 sono entrate in vigore importanti novità che riguardano i rifiuti?

Conosci i rischi di una errata o assente classificazione e caratterizzazione dei tuoi rifiuti?

Dal 1 giugno sono in vigore sia il Regolamento n. 1357/14/UE (che ha sostituito l’allegato I della parte IV del T.U.A., rinnovando le regole per l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo ai rifiuti), sia la Decisione n. 955/2014/UE (nuovo elenco europeo dei rifiutiCER).

 

Il Garante per la protezione dei dati personali ha predisposto un vademecum, suddiviso in dieci sezioni, recante le regole di carattere generale e le disposizioni specifiche (cartellino presenze, bacheche aziendali, ecc...)  per il corretto trattamento dei dati personali dei lavoratori da parte di soggetti pubblici e privati

Con questa guida, il Garante della privacy si propone di illustrare la complessa materia della privacy sul posto di lavoro sia in ambiente pubblico che privato. 

 

In questi anni il numero di lavoratori autonomi è andato via via aumentando, in particolar modo nei comparti delle costruzioni, dei trasporti e dell’agricoltura. I pericoli a cui tali lavoratori sono esposti sono gli stessi dei lavoratori dipendenti, il rischio di infortuni con lesioni invalidanti o mortali è tuttavia doppio rispetto a tutte le altre categorie di lavoratori.

 

Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD), istituito con la Legge n. 70/1994, è un modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti dalle attività economiche, quelli raccolti dal Comune e quelli smaltiti, avviati al recupero o trasportati nell'anno precedente la dichiarazione.

Sul supplemento ordinario n.97 alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri "Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2015".